Supporto alle Pubbliche Amministrazioni

Supporto alle Pubbliche Amministrazioni

Il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri svolge attività di supporto alle Pubbliche Amministrazioni in tema di PPP, ai sensi dell’art. 1, comma 589, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità 2016).

La suddetta attività si concretizza principalmente nella redazione di pareri volti a:

  • la valutazione della documentazione predisposta dall’amministrazione aggiudicatrice (contratto, PEF, etc.), da porre a base di gara per l’affidamento dei contratti;
  • la verifica dell’elaborazione, o l’elaborazione diretta, del Piano Economico Finanziario (PEF) e del corretto calcolo dei relativi indici di redditività e bancabilità per l’equilibrio del Piano;
  • la verifica dei contenuti delle principali clausole convenzionali nei contratti di PPP;
  • la verifica della corretta impostazione nella redazione del progetto di fattibilità per quanto riguarda sia gli aspetti economico finanziari che quelli giuridici;
  • la risposta a quesiti puntuali, quali: interpretazione normativa, scelta della forma contrattuale e procedurale più idonea per la realizzazione di un progetto, modalità di revisione del PEF e della documentazione allegata al contratto di PPP.

Il Dipartimento non partecipa agli iter di approvazione tecnico-amministrativa, le cui fattispecie devono essere adeguatamente ponderate dalle Amministrazioni competenti che, pertanto, restano libere nelle proprie determinazioni quali responsabili dei rispettivi procedimenti di competenza.

I tempi necessari alla formulazione del parere, sono subordinati alla complessità del progetto e alla trasmissione della documentazione necessaria.

Come attivare una assistenza

Per attivare una assistenza è necessario che vi sia una richiesta formale, a firma di un Organo di vertice, del Sindaco o dell’Assessore competente (nel caso degli Enti, del Direttore Generale), specificando il motivo della richiesta (a titolo di esempio non esaustivo, corretta implementazione dell’operazione di PPP, analisi di convenienza del ricorso al PPP, corretta allocazione dei rischi piuttosto che analisi degli aspetti di natura economico-finanziaria, ecc.), con l’indicazione del referente e i contatti, all’indirizzo di posta elettronica certificata dipe.cipe@pec.governo.it.

Alla richiesta dovrà essere allegata tutta la documentazione ritenuta utile ai fini dell’esame/supporto richiesto e della formulazione del parere. In particolare, dovrà essere trasmessa la seguente “documentazione minima”:

  • Bozza di Convenzione/Contratto, con relativi allegati (quali, in particolare, capitolati prestazionali e documenti relativi alla specificazione delle caratteristiche della progettazione, costruzione, collaudo e gestione);
  • Piano Economico Finanziario (PEF) di copertura degli investimenti e della connessa gestione (incluso PEF in formato Excel editabile e con “formule aperte”), con relativa Relazione illustrativa;
  • Relazione illustrativa del progetto;
  • documenti eventualmente indicati negli atti trasmessi.

Nelle more della richiesta formale di attivazione di un’assistenza, è possibile chiedere un incontro preliminare con gli Esperti del Dipartimento al fine di illustrare preventivamente le peculiarità delle proposte di realizzazione di progetti mediante forme di PPP.