In GU la delibera CIPESS n. 11/2022 (P.I.M.BO.)

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale del, numero 185 la delibera CIPESS n. CIPESS n. 11/2022 riguardante l’Approvazione del progetto definitivo del II lotto (interramento tratta San Vitale-Rimesse e tratta Via Larga, nel comune di Bologna) del “Progetto integrato della mobilità bolognese per il completamento del servizio ferroviario metropolitano e per la filoviarizzazione delle linee portanti del trasporto pubblico urbano” (P.I.M.BO.)

Con la delibera 14 aprile 2022, n. 11, il CIPESS ha approvato il progetto definitivo denominato “Progetto integrato della mobilità bolognese per il completamento del servizio ferroviario metropolitano e per la filoviarizzazione delle linee portanti del trasporto pubblico urbano (P.I.M.BO.) – 2° lotto: interramento tratta San Vitale-Rimesse e tratta Via Larga nel comune di Bologna” (CUP C39D14001160006).

L’intervento d’interramento interessa due tratte funzionali non contigue della tratta urbana del Sistema ferroviario metropolitano, di seguito SFM, Bologna-Portomaggiore e comprende:

  1. gli interventi per l’eliminazione di 5 passaggi a livello urbani (in corrispondenza delle vie Fabbri, Libia, Rimesse, Cellini e Larga), in prosecuzione del piano d’interramento della linea già avviato;
  2. la riprogettazione delle due fermate già in funzione di via Rimesse e via Larga, nonché la predisposizione della struttura della nuova fermata di via Libia, collocata in galleria;
  3. il sottoattraversamento dell’autostrada A14 Bologna-Taranto;
  4. la realizzazione, nelle zone di intertratta tra fermate successive, di 5 uscite d’emergenza, utilizzabili quali vie di esodo dei passeggeri e di accesso da parte dei Vigili del fuoco;
  5. la sistemazione di delle strade interessate dai lavori d’interramento, nonché di vie adiacenti con innalzamento del profilo altimetrico, il ripristino di aree attualmente degradate, la realizzazione di nuove aree verdi e di aree di sosta attrezzate per il relax, la realizzazione di una pista ciclo-pedonale al di sopra della nuova galleria artificiale, che crea un percorso lineare e continuo, contribuendo a rafforzare le altre viabilità ciclabili intersecate e caratterizzandosi come una nuova spina dorsale per i futuri piani di espansione della mobilità sostenibile su due ruote;

Relativamente alla sostenibilità ambientale dell’opera, valutabile sia in termini d’impatto sulle emissioni di CO2 e d’inquinanti sia in termini di impatto paesaggistico in ambito urbano, il progetto prevede la soppressione di 5 passaggi a livello in ambito urbano su vie ad alto traffico, con conseguente riduzioni della congestione stradale e delle code di veicoli fermi ai passaggi a livello, fonte significativa di emissioni nocive in aree fortemente urbanizzate;

Il soggetto aggiudicatore dell’intervento è il comune di Bologna.

L’opera sarà realizzata con appalto integrato e i relativi lavori avranno una durata di circa 545 giorni naturali consecutivi, inclusi sabati, domeniche e/o altre festività. Durante la quasi totalità dei lavori è prevista la completa sospensione dell’esercizio ferroviario, sia per ragioni di sicurezza, data l’impossibilità di lavorazioni in prossimità di linee di trazione elettrica attive, sia per ridurre i tempi di realizzazione rispetto all’ipotesi iniziale di realizzazione di alcune opere ad esercizio ferroviario attivo.

Il costo dell’intervento ammonta a 57.374.000 euro (al netto dell’IVA) ed è finanziato come segue:

Fonte di finanziamento

Importi totali

Finanziamento statale – fondi ex metro (cap. 7060 del bilancio del MIMS)

51.890.000,00

Cofinanziamento del comune di Bologna

5.484.000,00

TOTALE RISORSE

57.374.000,00