Il CIPE approva importanti misure di riprogrammazione del Fondo per lo sviluppo e la coesione e dei Fondi strutturali europei per finanziare misure COVID-19

Il Comitato interministeriale per la programmazione economica  ha approvato una serie di provvedimenti che proseguono della strategia del Governo per il sostegno finanziario alle misure COVID 19 attraverso il contributo dei Fondi strutturali europei e delle risorse del Fondo sviluppo e coesione (FSC).

Le deliberazioni approvate dal CIPE attuano il decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (convertito di recente nella legge 17 luglio 2020 n. 77) che ha disposto la possibilità di utilizzare le risorse dei Fondi strutturali europei (Fondi SIE) e del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) per finanziare misure di contrasto all’emergenza. Le Amministrazioni, e le regioni del centro-nord sulla base di appositi Accordi, hanno deciso di rendicontare sui programmi operativi dei Fondi strutturali sia spese emergenziali già anticipate a carico dello Stato, sia spese, autonomamente finanziate, per il contrasto al COVID. Inoltre il Comitato ha recepito importanti informative sugli accordi con le regioni del Mezzogiorno di  riprogrammazione dell’FSC finalizzate ai medesimi obiettivi.

L’utilizzo di risorse comunitarie per finanziare interventi non previsti nei programmi rende necessario trovare fonti alternative di copertura – anche in attesa dei rientri comunitari – per assicurare gli impegni già assunti relativi ad interventi ora sostituiti da quelli emergenziali. Le modalità di copertura sono riconducibili alla riprogrammazione delle risorse FSC e/o all’assegnazione di nuove risorse a valere sulle disponibilità del FSC, sempre nel rispetto dei vincoli di destinazione territoriale.

La riprogrammazione delle risorse FSC è stata possibile in quanto è stato avviato il processo di rivisitazione degli assetti programmatori e di governance del Fondo per lo sviluppo e la coesione, con riferimento alle risorse del ciclo di programmazione 2014-2020 e dei cicli precedenti, previsto ai sensi dell’art. 44 del cd “decreto Crescita”, che troverà piena attuazione con la predisposizione dei Piani di sviluppo e coesione che saranno portati all’attenzione del CIPE nelle prossime sedute.

Comunicato stampa

Esito