Assegnati 300 milioni di euro al Fondo di garanzia per le PMI

Il CIPE ha assegnato 300 milioni di euro al Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese (PMI) di cui all’art. 2, comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662. attuazione dell’art. 1, comma 53, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilità 2014). Il fondo di garanzia favorisce l’accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie reali offerte dalle imprese. Grazie al Fondo le imprese ha la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive (e quindi senza costi di fidejussioni o polizze assicurative) sugli importi garantiti dal Fondo e, come tale, esso rappresenta uno strumento strategico per favorire gli investimenti produttivi e la crescita.

 

Esito